Borse di studio 2023/2024 - MIM

Avviso Pubblico Borse di Studio 2023/2024 ai sensi dell art. 9 del D.Lgs. 63/2017


-- per gli studenti frequentanti le classi I e II --


AVVISO per gli studenti frequentanti le classi I e II

Atto del Dirigente della Sezione Istruzione e Università n.192 del 5 giugno 2024
Individuazione dei beneficiari delle borse di studio a.s. 2023/2024 per gli studenti frequentanti una delle classi I e II di una della scuola secondaria di secondo grado (art. 9 D.Lgs n. 63/2017), a valere sul Fondo unico del welfare dello studente e per il diritto allo studio. Adozione Avviso pubblico.



In sintesi:

DESTINATARI
Sono destinatari della borsa di studio di cui al presente Avviso le studentesse e gli studenti iscritti ad una delle classi I e II di una delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado del sistema nazionale di istruzione censiti dall'Anagrafe Nazionale dello Studente (di seguito SIDI), residenti nel territorio della regione Puglia e in possesso del requisito della situazione economica della famiglia di appartenenza di cui al paragrafo 4., nonché del requisito della frequenza scolastica di cui al paragrafo 5 dell'Avviso.

Possono presentare istanza di accesso al beneficio della borsa di studio per l’a.s. 2023/2024 le studentesse e gli studenti o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale o la tutela /curatela, che abbiano un livello di Indicatore della Situazione Economica Equivalente (di seguito ISEE), attestato da una certificazione in corso di validità, non superiore ad € 11.000,00, elevando tale limite a € 14.000,00 nel caso di famiglie numerose con 3 o più figli.

ISEE
L’ISEE richiesto è quello ORDINARIO.

- L’ISEE MINORI sostituisce quello ordinario qualora il nucleo familiare si trovi nelle casistiche disciplinate dall’Art. 7 del D.P.C.M. n. 159/2013 (genitori non conviventi), l’ISEE richiesto è quello per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni.

- L'ISEE CORRENTE, valido 6 mesi, può sostituire l'ISEE ordinario in seguito a:
-- una variazione della situazione lavorativa ovvero un'interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non rientranti nel reddito complessivo (dichiarato ai fini IRPEF) per uno o più componenti il nucleo familiare;
-- una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell'ISEE calcolato ordinariamente.

- ISEE PER MINORI IN AFFIDAMENTO: i minori collocati presso comunità, sulla base delle disposizioni dell’Art. 3 D.P.C.M. n. 159/2013, ribadite dalla circolare INPS 171/2014, sono considerati nuclei familiari a sé stanti, così come i minori in affidamento temporaneo, fatta salva la facoltà del genitore affidatario di considerarlo parte del proprio nucleo.

- ISEE PER MINORI IN CONVIVENZA ANAGRAFICA: sono in convivenza anagrafica i soggetti che risiedono stabilmente in istituti religiosi, assistenziali o di cura, in caserme o istituti di detenzione. Tali soggetti sono considerati nucleo familiare a sé. Nei casi di convivenza anagrafica, il figlio minorenne fa parte del nucleo del genitore con cui conviveva prima dell'ingresso in convivenza anagrafica, fatto salvo il caso sopradescritto. Se nella convivenza anagrafica vi è un genitore con figlio minore, (es. residenti in una casa-famiglia) entrambi fanno parte dello stesso nucleo familiare.
MODALITÀ DI ACQUISIZIONE DELL’ISEE
Il sistema informatico di presentazione delle istanze acquisirà i dati sull’ISEE direttamente dalla Banca dati dell’INPS, tramite cooperazione applicativa. Pertanto, al momento della presentazione dell’istanza è necessario che per il nucleo familiare sia già disponibile nel sistema INPS una attestazione ISEE valida.

ISEE CON ANOMALIE/DIFFORMITÀ
In caso di attestazione ISEE che rilevi difformità/omissioni sarà comunque possibile presentare l’istanza, la quale sarà provvisoriamente accolta, se in possesso degli altri requisiti previsti dall’avviso, e ammessa definitivamente in graduatoria solo in seguito alla regolarizzazione dell’attestazione ISEE entro 10 (dieci) giorni dalla data di chiusura dell’Avviso.

IMPORTO DELLA BORSA DI STUDIO
L’importo della borsa di studio è determinato nella misura di € 200,00 (duecento/00 euro) per ciascun studente o studentessa avente diritto.

EROGAZIONE DELLA BORSA DI STUDIO
Le borse di studio saranno erogate:
  • per gli studenti delle classi I e II - direttamente dal Ministero dell’Istruzione e del Merito secondo modalità che saranno comunicate.


Faq - Domande frequenti